Blog

Maputo (Mozambico, 2014): Sostegno ai bambini disabili

In tutto il territorio di Maputo e periferia i servizi per la riabilitazione e la reintegrazione di bambini che presentano disabilità lievi o gravi sono scarsamente presenti o comunque non adeguati alle reali necessità. Si stima che più del 5% della popolazione di Maputo, circa 90.000 persone, che vive negli agglomerati periferici della città, e dunque nelle aree più disagiate, presentano differenti tipi di disabilità.

Il SEV Orione ’84 in collaborazione con il Centro Villagio Dom Orione ha inteso fornire una risposta alle cause scatenanti questa situazione drammatica che colpisce soprattutto l’età infantile, e che sono individuate in: scadenti condizioni di salute delle madri durante la gravidanza, alla carente assistenza pre, post-natale e durante il parto, a scarsa igiene ed elevata incidenza di malattie trasmissibili, nonché un fortissimo stigma sociale che colpisce le persone in possesso di disabilità che finiscono per essere soggette a discriminazioni e isolamento che ha conseguenze in tutti i campi della vita economica, culturale, politica e sociale.

Il progetto si è prefisso la finalità di migliorare le condizioni sanitarie dei bambini disabili di Maputo assistiti presso il Centro Villaggio Dom Orione, quartiere periferico di Zimpeto. Per raggiungere quest’ obiettivo, il progetto si è sviluppato fornendo un sostegno dal punto di vista alimentare, attraverso la formulazione di un programma nutrizionale pianificato da esperti medici e terapisti della riabilitazione; sostegno dal punto di vista sanitario, attraverso l’inserimento di ogni bambino beneficiario in un piano riabilitativo individuale; potenziamento del servizio offerto dal Centro attraverso l’approvvigionamento di carrozzine e deambulatori.  Inoltre, si è dato ampio spazio alla sensibilizzazione, informazione e supporto delle famiglie per favorire la diffusione di una cultura della missionarietà e della disabilità intesa come realtà suscettibile di miglioramento che lascia intatta la dignità della persona. 

Totale finanziato: 3.000
Donor: Cuore Amico